FAQ del concorso

FAQ concorso di idee per artisti
“UN’OPERA PER IL P.A.L.”

Promosso da Associazione Terra Verde Onlus
all’interno di

STEM Project – Azioni culturali partecipate e formative per l’implementazione del Parco Artistico Lineare

 

AGGIORNAMENTO AL 23/04/2021 – ERRATA CORRIGE

In relazione a un errore di mera trascrizione dei documenti ricevuti il concorrente 40esimo non è stato valutato, si inserisce pertanto il concorrente all’interno della votazione cittadina con conseguente proroga della stessa al 2 maggio ore 12 e si convoca una commissione straordinaria nella giornata di martedì 27 per la valutazione dello stesso.

Versione definitiva chiarimenti aggiornata al 26/03/2021

RISPOSTE AI CHIARIMENTI DIVISI IN SEZIONI TEMATICHE

  • SEZIONE A: LOCALIZZAZIONE E CARATTERISTICHE DELL’AREA E SOPRALLUOGO (Art. 7)
  • SEZIONE B: SOGGETTI AMMESSI (Art. 4)
  • SEZIONE C: DOCUMENTAZIONE RICHIESTA (Art. 9)
  • SEZIONE D: MATERIALI, MISURE E REQUISITI PRESTAZIONALI DELL’OPERA (Art. 3.3)
  • SEZIONE E: ATTREZZATURE, RISORSE, BUDGET E ORGANIZZAZIONE DEL MONTE ORE (Art. 11)
  • SEZIONE F: DOCUMENTAZIONE FORNITA AI CONCORRENTI (Art. 6)

 

ERRATA CORRIGE 1 – Art. 10 Procedure e criteri di valutazione

Si comunica che l’Art. 10 del bando di concorso, al punto relativo al punteggio bonus, viene modificato come segue:

il testo originario “* Sarà inoltre assegnato un punteggio bonus di 10 punti al progetto più votato dalla cittadinanza.” è sostituito con il seguente testo: “* Sarà inoltre assegnato un massimo di 10 punti come espressione del voto della cittadinanza, così calcolato:

Pi = Vi/Vtot x 10 

dove Pi = punteggio concorrente i-esimo, Vi = numero di voti ottenuti dal concorrente i-esimo, Vtot = numero voti totali espressi dalla cittadinanza.”

come riportato nel bando di concorso rettificato.

ERRATA CORRIGE 2 – Art. 8 Termini e modalità di presentazione degli elaborati

Si comunica che l’Art 8 al punto relativo alla votazione della cittadinanza viene modificato come segue:

il testo originario “A partire dal 31 marzo 2021 sarà data la possibilità ai cittadini di esprimere la propria preferenza attraverso una votazione online che si concluderà alle ore 12 del 12 aprile 2021” è sostituito con “A partire dal 20 aprile 2021 sarà data la possibilità ai cittadini di esprimere la propria preferenza attraverso una votazione online che si concluderà alle ore 12 del 27 aprile 2021”

come riportato nel bando di concorso rettificato.

SEZIONE A: LOCALIZZAZIONE E CARATTERISTICHE DELL’AREA E SOPRALLUOGO (Art. 7) 

AGGIORNAMENTO

Si comunica che, a causa della nuova ordinanza comunale che colloca Bologna in zona rossa, i sopralluoghi del 4 e dell’11 marzo previsti dal bando di concorso sono stati annullati. Vengono altresì sostituiti con un sopralluogo virtuale costituito da documentazione fotografica, video e da un approfondimento scritto sul contesto e sul piano di valorizzazione del P.A.L.

QUESITO 2: sono interessato a prendere parte al progetto artistico, ma non potrò recarmi di persona per vedere l’ambientazione dove verrà collocata l’opera e non conosco il quartiere. E’ possibile avere un’immagine strettamente collegata all’architettura riconoscibile da qualsiasi cittadino come icona del luogo?

RISPOSTA 2: come descritto nel bando di concorso all’art. 7 il sopralluogo è facoltativo. Le ex officine minganti rappresentano una quinta significativa dell’intervento in oggetto.

QUESITO 10: buongiorno, sono interessata ad effettuare sopralluogo del sito in oggetto. Per esigenze personali vorrei domandare se possibile di lunedi successivamente all’11/03 ma entro la data di scadenza iscrizione.

RISPOSTA 10: come descritto nel bando di concorso all’art. 7 il sopralluogo è facoltativo. Non è possibile prevedere altre date oltre a quelle del 4 e dell’11 marzo programmate.

QUESITO 23: “la fase di realizzazione e installazione dell’opera in cantiere”, dove si colloca tale cantiere?

RISPOSTA 23: l’area di localizzazione dell’intervento è indicata nell’allegato C. Come specificato nella pagina del sopralluogo virtuale si trova lungo la pista ciclabile di via Ferrarese nel tratto di ciclovia che da via della Liberazione costeggia via Parri.

QUESITO 26: lo spazio dedicato alla installazione dell’opera progettata è situato dove attualmente c’è un cantiere adiacente a un abitazione?

RISPOSTA 26: vedi risposta 23

QUESITO 30: ci servirebbe sapere che cos’è il fabbricato che confina con l’area grande assegnata tra la via Ferrarese angolo via Parri, è di civile abitazione, uso industriale o pubblico? E da chi è utilizzato attualmente?

RISPOSTA 30: l’edificio in oggetto sono le Ex Officine Minganti, per aver qualche informazione si suggerisce il seguente link: https://www.bibliotecasalaborsa.it/cronologia/bologna/1919/la_fabbrica_di_macchine_utensili_minganti

Oggi è un centro polifunzionale.

https://www.centrominganti.it/

QUESITO 38: dove si potrà posizionare la scultura:

  1. dentro i puntini rossi?
  2. lungo la linea blu?
  3. cosa significano i triangoli?

RISPOSTA 38: l’area disponibile per il posizionamento dell’opera è quella all’interno del perimetro rosso dello stato di progetto. I triangoli rappresentano la pavimentazione in legno e cemento lavato realizzata. Per una visione della piazza si rimanda al sopralluogo virtuale.

QUESITO 40: le Officine Minganti comprendono anche l’edificio piccolo nell’area attraversata dal percorso ciclabile?

RISPOSTA 40: l’edificio a nord dell’area è una civile abitazione

SEZIONE B: SOGGETTI AMMESSI (Art. 4)

QUESITO 4: è possibile partecipare in coppia? (due artisti)

RISPOSTA 4: l‘opera può essere realizzata da un singolo artista o da un collettivo purché sia allegato un unico cv di riferimento per la valutazione ed un referente unico per le comunicazioni e tutti gli aspetti amministrativi.

QUESITO 13: è possibile per un artista con partita iva tedesca candidarsi?

RISPOSTA 13: sì, è possibile

QUESITO 32: vorrei chiedere se posso proporre più di un progetto per quanto riguarda l’opera per il P.A.L. (con 2 o più domande separate ovviamente)

RISPOSTA 32: no, la partecipazione dello stesso artista a due progetti è motivo di esclusione di entrambi i progetti.

SEZIONE C: DOCUMENTAZIONE RICHIESTA (Art. 9)

QUESITO 9: mi piacerebbe partecipare al vostro progetto ma ho notato che è obbligatorio compilare tutti i campi nella scheda di iscrizione come la P.IVA e il PEC, essendo giovane non ne possiedo, posso procedere ugualmente escludendo questi campi?

RISPOSTA 9: viceversa da quanto scritto nell’avvertenza 1 dell’allegato A – scheda d’iscrizione: “Il modello deve essere compilato in ogni sua parte” i campi suddetti sono da ritenersi facoltativi.

QUESITO 11: l’opera viene progettata partendo da una idea di realizzazione partecipata, quindi il progetto grafico è esemplificativo in quanto è il come realizzarla a più mani il dato più importante oppure il progetto grafico deve definire nei dettagli anche l’estetica dell’opera ed il gruppo di NEET imparerà la tecnica di realizzazione partecipando all’opera già definita dall’artista?

RISPOSTA 11: l’idea progettuale deve essere sviluppata dall’artista tenendo conto che sarà coinvolto un gruppo di giovani NEET nella realizzazione e posa in opera della stessa. Pertanto l’elaborato grafico deve essere esaustivo e definire nel dettaglio forma ed estetica dell’opera, posizionamento e proporzioni rispetto al sito.

La Commissione e l’equipe di artigiani senior specializzati si riservano, in fase di realizzazione, di concordare con l’artista eventuali modifiche all’idea presentata per motivi di coerenza ed attinenza agli obiettivi del progetto di riqualificazione, realizzabilità, ottimizzazione delle risorse, sostenibilità.

QUESITO 14: è sufficiente schizzo con misure reali e suddivisione dei materiali o richiedete sviluppo con Photoshop? va bene bozzetto b/nero o a colori rispecchiando l’idea?

RISPOSTA 14: il bozzetto grafico deve essere esaustivo e definire nel dettaglio forma ed estetica dell’opera. L’artista può scegliere liberamente la tecnica più efficace per l’elaborazione del bozzetto.

Come descritto nel bando di concorso all’art 9 i limiti in merito posti sono i seguenti:

  • formato .jpg, .gif o .png
  • dimensione massima: 500 KB

necessari per riuscire a presentare i bozzetti alla cittadinanza per la votazione.

QUESITO 15: richiedete anche un calcolo costi del materiale?

RISPOSTA 15: Come descritto nel bando di concorso all’art. 9 è richiesta una stima sommaria di costo di produzione e installazione dell’opera.

QUESITO 33: vorrei sapere se è necessario realizzare un rendering dell’opera inserita nel parco o può bastare il bozzetto in proporzione con tutte le misure necessarie?  

RISPOSTA 33: la tecnica di rappresentazione è libera purché renda evidente le scelte materiche, gli aspetti dimensionali dell’opera e il suo posizionamento.

QUESITO 34: sono a chiedervi chiarimenti sui punti E in cui chiedete un elaborato grafico in relazione al luogo dell’installazione, vuol dire che devo inserire l’installazione sulla vostra piantina? 

RISPOSTA 34: l’elaborato dovrà presentare il posizionamento dell’opera all’interno del progetto di arredo, in modo che siano evidenti le proporzioni e le relazioni con il contesto, si può scegliere liberamente una rappresentazione in pianta o tridimensionale.

QUESITO 35: chiarimento su punto G: bozzetto grafico come?

RISPOSTA 35: si specifica che al punto G. si richiede la documentazione necessaria da caricare sul sito per permettere la votazione cittadina, composta da 2 file:

  • un’immagine rappresentativa dell’opera al fine di presentare la propria idea alla cittadinanza (formati accettati: .jpg .gif .png, larghezza massima: 960 px, dimensione massima: 500 KB) 
  • un breve testo descrittivo di max 500 battute

La tecnica di rappresentazione per il bozzetto è libera purché il file rispetti i limiti tecnici richiesti.

QUESITO 36: nella documentazione al Punto E l’elaborazione grafica è il Rendering collocato nel giardino della vostra foto nella sezione Stato del Progetto? in formato A3? Il punto G bozzetto grafico da cosa si differenzia dall’elaborato? Questi chiarimenti sono importanti.

RISPOSTA 36: vedi risposte 34 e 35

QUESITO 37: se presentiamo una proposta in coppia dobbiamo allegare due cv separati?

RISPOSTA 37: si richiede l’invio di un unico cv in cui si evidenzino nella prima parte eventuali esperienze comuni e di seguito le esperienze dei singoli artisti nel rispetto del limite richiesto di max 2 cartelle A4.

QUESITO 44: esiste un criterio specifico per nominare i file, se deve essere indicato il nome dell’opera e/o il nome dell’artista proponente, preceduto dalla lettera (A,B,C..) ad indicare il tipo di documento?

RISPOSTA 44: la denominazione del file non rappresenta un criterio di esclusione, ma per facilitare la comprensione dei documenti è consigliato inviare file separati denominandoli nel seguente modo:

Allegato A, Allegato B, Allegato C, Allegato D, Allegato E, Allegato F, Allegato G1, Allegato G2


SEZIONE D: MATERIALI, MISURE E REQUISITI PRESTAZIONALI DELL’OPERA (Art. 3.3)

QUESITO 1: avrei bisogno di sapere: quali dimensioni potrà avere l’eventuale opera scultorea? E’ prevista illuminazione o attacco all’elettricità nel punto individuato per l’opera?

RISPOSTA 1: l’opera non ha limiti di dimensioni purché si tenga conto dei fattori di sicurezza e manutentivi, della realizzabilità con le risorse economiche e di manodopera a disposizione. E’ possibile individuare un punto di attacco per l’illuminazione dell’opera, seppur i costi devono rientrare nel budget a disposizione.

QUESITO 12: di quali materiali si parla nel dettaglio e nello specifico (materiali  grezzi oppure semilavorati o preassemblati, forme particolari, carpenterie, ecc ecc…) quando citate quelli in uso nel cantiere?

RISPOSTA 12: si considerano materiali riconducibili a quelli edili in uso dal cantiere legno, ferro, ceramica, cemento, carta. Sarà scelta dell’artista l’utilizzo di materiali grezzi, semilavorati o preassemblati compatibilmente con idea progettuale, sostenibilità economica, realizzabilità.

QUESITO  17: Ho visto l’installazione precedente su un palo, saranno tutte così per evitare atti vandalici o possono partire da terra con supporti diversi

RISPOSTA 17: Le opere possono anche partire da terra

QUESITO 20: sono ammessi materiali impiegati nel giardinaggio?

RISPOSTA 20: si può ricorrere a materiali impiegati nel giardinaggio purché il progetto rispetti i requisiti di sicurezza, durabilità e manutenibilità richiesti.

QUESITO 21: si possono acquistare materiali da negozi di grande distribuzione, specializzati in bricolage (diy, edilizia, giardinaggio, etc.)?

RISPOSTA 21: sì è possibile acquistare materiali purché il costo complessivo dell’opera non sia eccedente il budget di spesa previsto.

QUESITO 31: l’area interessata è attraversata da un percorso ciclopedonale con piazzetta centrale. Devono essere mantenuti o si può intervenire? 

RISPOSTA 31: l’area è stata completamente rivista con il progetto di arredo in fase di realizzazione promosso dall’Associazione, non possono essere proposti interventi che modifichino gli aspetti fruitivi e funzionali, per avere una maggiore consapevolezza del progetto si veda la documentazione allegata al bando.

QUESITO 42: l’opera proposta deve avere una dimensione minima/massima?

RISPOSTA 42: vedi risposta 1

QUESITO 43: l’opera proposta deve avere una funzione specifica come nel caso della prima opera realizzata “culture in viaggio”?

RISPOSTA 43: l’opera non deve avere una funzione specifica e il tema è di libera scelta dell’artista proponente. ma come indicato nell’Art. 10 del bando sarà valutata la contestualizzazione dell’opera in relazione al progetto di Scuola Cantiere e al patrimonio edilizio architettonico circostante.

SEZIONE E: ATTREZZATURE, RISORSE, BUDGET E ORGANIZZAZIONE DEL MONTE ORE (Art. 11)

QUESITO 3: da quello che intendete mi pare di capire che basti inviare un’idea progettuale e poi la si realizza con il vostro contributo fino a 3000 euro, è corretto?

RISPOSTA 3: la documentazione da presentare in fase di gara è esplicitata all’art.9 del bando di concorso, mentre le condizioni di realizzazione sono esplicitate all’art.11 del presente bando.

QUESITO 5: il premio di 2.500,00 euro per l’artista/i vincitore a quanto ammonterebbe tolte le spese per oneri fiscali e IVA?

RISPOSTA 5: la quota di € 2.500 è comprensiva di oneri fiscali, pertanto in caso di possessore di P.IVA la quota netta dipende dal regime fiscale del singolo artista, mentre in assenza di P. IVA verrà sottoscritto un contratto di prestazione occasionale soggetto a ritenuta d’acconto.

QUESITO 6: i 3000,00 euro per i materiali come saranno devoluti? Una parte prima (x acquisto materiali, spese di progettazione etc..), durante o alla fine della realizzazione dell’opera?

RISPOSTA 6: i costi dei materiali di consumo ammessi riguardano esclusivamente le materie prime legate alla realizzazione dell’opera e la sua installazione. Questi costi saranno a carico diretto dell’Associazione in modo da non dover far anticipare all’artista costi per i materiali necessari, garantendone un’immediata disponibilità.

QUESITO 7: l’opera dovrà essere realizzata in cantiere esclusivamente per le 40 ore di coordinamento NEET oppure durante tutto il tempo di realizzazione? E’ possibile lavorare altrove in modo modulare e intervenire in cantiere solo per alcuni momenti?

RISPOSTA 7: l’artista vincitore può decidere se svolgere parte della realizzazione dell’opera in autonomia ma questo non può prescindere dallo svolgere 40 ore di docenza insieme al gruppo di allievi che dovranno essere coinvolti attivamente nella sua realizzazione, proprio come esperienza di pratica artistica partecipativa. Parallelamente la messa in campo di un artigiano senior dell’Associazione vuole offrire un contributo tecnico professionale funzionale alla realizzazione dell’opera sia a supporto degli allievi che dell’artista per un monte complessivo di 80 ore. Pertanto sarà responsabilità dell’artista guidare il gruppo di lavoro e dare le indicazioni necessarie a portare avanti e completare le attività anche senza la sua costante presenza.

QUESITO 8: ho capito bene che è possibile esporre (spiegare)  il lavoro da fare per alcune parti dell’opera al gruppo di esperti e neet di Terra Verde che a loro volta lo portano avanti in autonomia? 

RISPOSTA 8: vedi risposta 7

QUESITO 16: date supporto pratico e ideativo per tutto il progetto? 

RISPOSTA 16: come descritto nel bando di concorso all’art. 11 saranno messe a disposizione del vincitore le competenze tecniche di artigiani senior specializzati per un monte di 80 ore, supportati dalla manodopera dei giovani NEET per un monte di 40 ore.

QUESITO 18: volevamo sapere alcune informazioni su che attrezzature sono presenti per tagliare il legno, stiamo lavorando a una proposta e volevamo capire meglio se ci fosse un cnc, cosi da poter presentare i dettagli tecnici.

RISPOSTA 18: fra le attrezzature per la lavorazione del legno in dotazione all’Associazione sono presenti seghetto alternativo, sega circolare, troncatrice, fresatrice manuale.

Altre attrezzature o servizi possono essere presi a noleggio purché la spesa sia considerata all’interno del budget di progetto e l’artista abbia le competenze specifiche per l’elaborazione dei file formato macchina nel caso di cnc e similari, o di competenze specifiche per la lavorazione con altre attrezzature.

QUESITO 24: le 80 ore per la realizzazione e installazione comprendono anche i fine settimana?

RISPOSTA 24: no, gli allievi saranno inseriti in un percorso formativo che va dal lunedì al venerdì nella fascia oraria 8:30 – 17

QUESITO 25: l’artista, oppure l’associazione, deve sezionare e distribuire le 40ore nell’arco delle 80ore?

RISPOSTA 25: le 40 ore in attività di affiancamento/docenza con i giovani NEET dovranno necessariamente essere svolte in compresenza con uno degli artigiani senior quindi all’interno delle 80 messe a disposizione.

QUESITO 39: le 80 ore devono susseguirsi giorno dopo giorno, oppure possono essere programmate con qualche “buco” tra di esse? (e.s. da 1 a 7 giorni al massimo)

RISPOSTA 39: la pianificazione dei contenuti e la calendarizzazione delle 80 ore saranno concordate congiuntamente da equipe dell’associazione e artista vincitore secondo esigenze personali e progettuali. Il monte ore dovrà concludersi entro luglio 2021

SEZIONE F: DOCUMENTAZIONE FORNITA AI CONCORRENTI (Art. 6)

QUESITO 19: nell’allegato C da voi prodotto non ci sono quote dell’altezza degli edifici dimensioni di vegetazione e strade, come posso fornire un adeguato prospetto? E sarebbe più opportuno nello stesso allegato evidenziare da parte vostra le aree disponibili per l’installazione.

RISPOSTA 19: in relazione alla richiesta pervenuta, si pubblica un approfondimento dello stato di fatto della piazza (pagina 2 dell’Allegato C) completo di scala grafica per il corretto dimensionamento degli elementi. Le aree disponibili per l’installazione sono già evidenziate nello stato di progetto (pagina 3 dell’Allegato C) e sono mostrate nel sopralluogo virtuale dell’area.

QUESITO 22: quali sono le attrezzature che avete già ha disposizione?

RISPOSTA 22: l’Associazione ha a disposizione attrezzature di base necessarie per le lavorazioni della ceramica, legno, ferro, cemento (a titolo esemplificativo non esaustivo: seghetto alternativo, sega circolare, troncatrice, fresatrice manuale, trapano a colonna, saldatrice ad elettrodi, trapano, avvitatore, betoniera, torchio calcografico, tornio ed altra strumentazione manuale).

Per la ceramica è a disposizione anche il forno ad alta temperatura per la cottura di terracotta e gres.

QUESITO 27: essendo in costruzione, è possibile avere un rendering di come sarà una volta ultimato?

RISPOSTA 27: all’interno dell’allegato C nello stato di progetto è riportato un fotoinserimento su come sarà il progetto di arredo una volta ultimato.

QUESITO 28: abbiamo osservato la planimetria esposta al cantiere: non sono riuscita a capire che cosa sono le zone in giallo, in particolare i parallelepipedi gialli.

RISPOSTA 28: onde evitare fraintendimenti ed equivoci non vanno presi in considerazione documenti che non siano pubblicati nella pagina ufficiale dell’Associazione. Nel cartello di cantiere le parti in giallo rappresentano elementi dello stato di fatto della piazza non persistenti a seguito dell’intervento di riqualificazione effettuato.

QUESITO 29: mi chiedevo se fosse possibile ricevere del materiale fotografico aggiuntivo, utile per un fotoinserimento dell’opera nel terzo tratto del parco artistico lineare. 

RISPOSTA 29: si allegano al sopralluogo virtuale foto dell’attuale stato di fatto della piazza con relativa keymap. I lavori non sono ancora ultimati, ma ne emerge un quadro complessivo.

QUESITO 41: è possibile conoscere la dimensione del modulo triangolare alla base del progetto illustrato nell’allegato C?

RISPOSTA 41: il modulo triangolare utilizzato per la pavimentazione della piazza è un triangolo equilatero di lato 222 cm