L’approdo del mulino e il baco da seta

Intervento realizzato ai Giardini Marinai d’Italia, via Gagarin

La metafora compositiva verte sull’esperienza della filatura della seta che ha reso Bologna celebre proprio lungo le sponde del Navile. Gli arredi-scultura introdotti, oltre ad offrire ulteriori punti di ristoro, raccontano il ciclo di vita del baco da seta, dalla schiusa delle uova fino alla trasformazione in farfalla: più in dettaglio gli oggetti che descrivono tale metamorfosi sono il tavolo-foglia e il tavolo-bozzolo.